lunedì 14 luglio 2008

Intervento dell'On.Saglia a Pistoia



L'On. Saglia, esponente di spicco di AN e presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati ha partecipato alla convention provinciale di Cofartigianato, svoltasi lo scorso 7 luglio presso Villa Cappugi. Nell'occasione Saglia era accompagnato da Roberto Cipolla (presidente Prov.le AN) e da Alessandro Capecchi (Capogruppo in Consiglio e Resp. Reg. Enti Locali di AN) con i quali, prima dell'inizio della convention, ha approfondito la situazione economica locale.

Quindi l'esponente di AN ha fatto un intervento molto apprezzato dall'assemblea, senza blandire gli artigiani ma facendo un'analisi dettagliata della situazione economica nazionale e internazionale, su cui gravano il ritardo infrastrutturale del paese, un eccesso di prelievo fiscale e una macchina amministrativa troppo spesso incapace di dare risposte certe e celeri: a ciò aggiungendosi la non facile situazione del costo energetico, che pone sempre a rischio la competitività delle imprese italiane, soprattutto quelle medio piccole.

L'impegno del Governo è quello di rilanciare quindi l'economia italiana partendo proprio dalle piccole e medie imprese, con una lotta dura alla concorrenza sleale e un più equilibrato sistema fiscale.

Infine dopo aver partecipato alle premiazioni di rito delle aziende più fedeli a Confartigianato, l'On. Saglia è ripartito per Roma insieme al Presidente Nazionale di Confartigianato Fumagalli.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

L'On.Saglia è stato davvero molto bravo. Io c'ero ed ho apprezzato moltissimo il suo modo concreto e serio di affrontare i temi della convention di Confartigianato. Ha incoraggiato gli artigiani a continuare assicurando che il Governo va nel verso di una politica economica e fiscale che vuole riconoscere il merito a chi ce l'ha. Le imprese artigiane sono tra i soggetti economici più efficaci e meno tutelati del panorama produttivo nazionale e chiedono solo di lavorare...
Paola Fortunati
circolo2dicembre

simone esposito ha detto...

Interessante anche quanto asserito da Donnini nell'azzeccatissima metafora delle zavorre che impediscono alle aziende di decollare. Particolare rilievo merita secondo me, leggendo l'elenco delle zavorre, il riconoscimento della presenza di monopoli, spesso impalpabili ma che rappresentano una delle reali piaghe della nostra economia.
Simone Esposito