mercoledì 29 ottobre 2008

Variante:'sindaco bacchettato da destra e sinistra'


1 commento:

simone.esposito69 ha detto...

Non capisco il sensazionalismo intorno all'incapacità di Berti nel riuscire a capire i problemi della città. Non c'è abituato, lui pensa: " gente se c'è da fare una strada va fatta e basta. Cosa ve ne importa di ciò che dice la gente, brotoleranno un pò, poi si stancheranno. C'è mezza città tappezzata di cartelli disperati per le nostre scelte urbanistiche, eppure ci siamo sempre, comodi, quì, sulle nostre poltrone".
Non riesce più nemmeno a realizzare la manutenzione ordinaria. Basti pensare che lungo la strada che porta ai paesi di Villa di Baggio e Baggio nel mese di luglio '08 un veicolo urtando la spalletta di un ponte ne ha procurato il crollo. Ancora oggi nessuno a pensato di avviare gli interventi per la ricostruzione.
Tramite il Tirreno sensibilizzai, cercai di sensibilizzare è più giusto dire, l' amministrazione rispetto alla pericolosità dell' uffcio postale di Candeglia ove le macchine sfiorano letteralmente l'accesso a detto ufficio, prima o poi ci scapperà il morto, vedrete, nonostante ciò niente è stato fatto ne risposto. Caso analogo per via di bigiano, anche in quella circostanza niente di fatto, anzi, in quel caso si è arrivati anche alle vie di fatto tra un attore, ingaggiato per ironizzare sulla situazione, ed il conducente di un autoveicolo. A dimostrazione del livello di esasperazione cui può portare, oggi giorno, una scelta urbanistica sbagliata.
Sempre nella zona di Baggio carcasse di animali morti sono state lasciate decomporsi vicino al centro abitato, con la conseguenza che per giorni Baggio ha goduto delle esalazioni provenienti dalla carogna in avanzato stato di putrefazione. Fin quando, anche in quel caso, il Tirreno dette risalto al fatto e s'interruppe la diatriba tra chi dovesse per competenza rimuovere i resti del povero animale.
Negli anni passati ho avuto modo di confrontarmi proprio sulla manutenzione ordinaria con questa amministrazione, rispetto anche al fatto che per certi lavori svolti su suolo pubblico, da ditte incaricate dal Comune tramite la circoscrizione 2, successivamente dalle stesse sono stati richiesti fondi direttamente ai cittadini attraverso un passa parola attuato tramite l'affissione di volantini.
Denaro corrisposto da molti paesani ai quali, tranne nel caso del sottoscritto, non è stata recapitata alcuna fattura. Io quella fattura l'ho richiesta e ce l'ho. Nella descrizione dei lavori è riportata la seguente paradossale frase : QUOTA PARTE LAVORI ASFALTATURA STRADA PUBBLICA.
Ma quale quota parte, o la strada è pubblica o condominiale. E la via baiana, la cui origine è ignota a molti Pistoiesi, è pubblica.
Cordialità.